• 10 milioni per chi ha già l’assegno di cura, gli altri accederanno al RED

    10 milioni per chi ha già l’assegno di cura, gli altri accederanno al RED0

    L’assessore regionale al welfare, Salvatore Ruggeri, avrebbe confermato al coordinatore pugliese di Assomeda Pino De Pasquale, la proroga degli assegni di cura 2019 per i non autosufficienti, sino a dicembre di quest’anno. Proroga che però ci sarà solo per coloro che hanno già ricevuto l’assegno sino a luglio. Chi invece è stato classificato ammissibile al

    READ MORE
  • Assegno di cura: 1° agosto riunione speciale a Bari

    Assegno di cura: 1° agosto riunione speciale a Bari0

    Sarà convocata il 1° agosto la riunione a Bari, tra l’assessore al welfare Salvatore Ruggeri, le Asl e il direttore del dipartimento regionale della salute, Vito Montanaro. Ordine del giorno: gli assegni di cura. Si perché il problema di finanziare le quasi 6000 famiglie rimaste fuori dal sostegno economico assistenziale, resta ancora in piedi. Un

    READ MORE
  • L’odissea di Michela tra sofferenza e beffe di uno Stato avaro

    L’odissea di Michela tra sofferenza e beffe di uno Stato avaro0

    I viaggi della speranza dei meridionali verso il nord. In tutto il meridione sembra non ci sia un centro pubblico o convenzionato con il sistema sanitario, specializzato per le neurolesioni e mielolesioni. Tanto che a Montecatone, in una delle poche strutture italiane in provincia di Imola, specializzata nel trattamento di lesioni midollari e cerebrali acquisite,

    READ MORE
  • Pronti gli assegni di cura

    Pronti gli assegni di cura0

    Aumentata di 10 milioni la somma destinata agli assegni di cura. La Regione Puglia ha messo a disposizione del welfare e in particolare per le persone in gravissime condizioni di non autosufficienza, ben 35 milioni di euro, compiendo uno sforzo finanziario importante. Entro la fine del mese – fa sapere l’assessore al welfare Salvatore Ruggeri

    READ MORE
  • Nessuna interruzione del servizio al paziente tracheostomizzato

    Nessuna interruzione del servizio al paziente tracheostomizzato0

    Un piano di assistenza costante negli anni, che dura da molto tempo e che risponde a tutti i bisogni dell’ammalato. Così risponde l’Asl di Brindisi in merito all’articolo che SanitàSalento ha pubblicato in merito alla vicenda del paziente tracheostomizzato, senza infermiere dal 1 dicembre. La dottoressa Bello, dell’ADI (assistenza domiciliare integrata) del distretto di Mesagne,

    READ MORE
  • Con un polmone, tracheostomizzato, non ha infermiere e fisisoterapia respiratoria

    Con un polmone, tracheostomizzato, non ha infermiere e fisisoterapia respiratoria1

    Si può addestrare una donna di ottant’anni, per la pulizia della tracheostomia e risparmiare così sull’assistenza infermieristica domiciliare? Per l’Asl di Brindisi si. Dal mese prossimo infatti, la direzione del distretto di Mesagne, sospenderà la prestazione dell’infermiere a beneficio di una delle tante persone, che hanno diritto all’assistenza domiciliare, da parte del sistema sanitario pugliese.

    READ MORE
it Italian
X