Quando controllare il livello di colesterolo nel sangue?

Quando controllare il livello di colesterolo nel sangue?

RUBRICA a cura della FARMACIA CASILLI – via Leuzzi 11 – GALATONE

Si dovrebbe cominciare intorno ai 20 anni di età, a controllare il proprio livello di colesterolo. Per poi monitorarlo ogni cinque anni, a meno che il medico non suggerisca di effettuare il controllo. Il profilo lipidico infatti, va osservato più spesso se c’é un valore più alto del previsto o se c’é in famiglia un aso di colesterolo alto. (familiarità).

Cos’è il colesterolo e quali sono i valori da considerare normali
Il colesterolo è una molecola grassa che si trova nel nostro organismo; viene prodotto, scisso ed eliminato dal fegato e distribuito nell’organismo grazie a delle lipoproteine che lo veicolano attraverso il sangue. La lipoproteina che veicola il colesterolo dal fegato alle cellule che ne hanno bisogno, è detta LDL (lipoproteina a
bassa densità), invece, quella che lo riporta al fegato HDL (lipoproteina ad alta densità). In condizioni normali, tali proteine bilanciano il tasso di colesterolo in circolo. Normalmente i valori di colesterolo nel sangue, dovrebbero rimanere nell’intervallo di 160-200 mg/dl; mentre i valori di HDL dovrebbe essere maggiori di 50mg/dl e LDL inferiori a 130mg/dl.

Perché è dannoso un elevato livello di colesterolo nel sangue?
Quando il corpo produce più colesterolo del necessario, le lipoproteine HDL non riescono ad eliminare tutto il colesterolo dal circolo e la quantità in eccesso, inizia a depositarsi sulle pareti delle arterie, ossidandosi. Si formano così delle placche, che danno vita ad un processo di accumulo, detto arteriosclerosi, l’effetto è una riduzione dell’afflusso di sangue, attraverso le arterie e l’indurimento delle stesse. Tale condizione può portare a ictus o infarto.

Come trattare l’ipercolesterolemia
Il regime alimentare, basato principalmente sul consumo di prodotti di origine animale, grassi saturi e carboidrati raffinati, è determinante per una elevata concentrazione di colesterolo nel sangue; anche patologie preesistenti e fattore ereditario incidono considerevolmente.
L’ipercolesterolemia può essere curata, modificando la propria dieta e facendo attività fisica. Il supporto di integratori a base di riso rosso fermentato, olio di pesce e policosanoidi, aiutano a riportare il tasso di colesterolo nella norma. Utili risultano essere anche alimenti come avena, frutta, fagioli ed aglio che, oltre ad agire sulla concentrazione del colesterolo, contrastano la vulnerabilità delle molecole di colesterolo ai radicali liberi, riducendo il rischio di sviluppare svariate cardiopatie o gravi patologie degenerative. Da evitare assolutamente cibi fritti, zucchero, alcol e caffeina che portano il fegato a produrre una maggiore quantità di colesterolo.

La Farmacia Casilli di Galatone, a tale proposito, in occasione della giornata mondiale del cuore, giorno 29 settembre, effettuerà il test del colesterolo. Per prenotazioni e informazioni telefonare allo 0833 – 865095

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X