Trasporto secondario Asl Lecce, lavoratori in sciopero

Trasporto secondario Asl Lecce, lavoratori in sciopero

Confermato lo sciopero per lunedì 14 da parte dei dipendenti della ditta Tundo, che eroga il servizio di trasporto secondario per conto dell’asl salentina.

Non è stata sufficiente la riunione tenutasi nei giorni scorsi tra le parti coinvolte, a trovare un accordo. Da un lato i lavoratori rappresentati dal sindacalista Gianni Palazzo della USB che lamentano i mancati pagamenti da parte della ditta, dall’altra quest’ultima che fa sapere che le buste paga arrivano regolarmente, che nelle peggiori delle ipotesi si sono verificati dei ritardi di 5, 10 giorni al massimo, ma nulla di più.

Personale trasferito in Friuli
I lavoratori sono sul piede di guerra anche per i tre trasferimenti che la Tundo ha effettuato nei confronti di tre dipendenti che sono stati mobilitati in Friuli Venezia Giulia, nonostante anche l’asl leccese abbia sollecitato a revocare tale mobilità. Una decisione che fa pensare Gianni Palazzo, che ha interpretato la scelta come una ritorsione nei confronti della sigla sindacale.

Un trasferimento temporaneo per esigenze dell’azienda
A leggere invece la pec inviata dall’amministratore unico dell’impresa Enrico Tundo ai dipendenti interessati, il trasferimento in Friuli Venezia Giulia é di carattere temporaneo: dal 10 al 26 settembre per sopravvenute esigenze aziendali.

Per queste ragioni il rappresentante sindacale chiede con urgenza l’internalizzazione del personale della Tundo nella società partecipata dell’asl SanitàService, come stabilito da regolamento regionale. Per Gianni Palazzo i mancati pagamenti o i ritardi di questi, sono evidentemente dovuti a difficoltà economiche della Tundo “alla quale sta per scadere – aggiunge Palazzo – il contratto del servizio trasporto con l’asl.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X