Stabilizzare, internalizzare, assumere. I tre obiettivi per riprendere la normalità

Stabilizzare, internalizzare, assumere. I tre obiettivi per riprendere la normalità

Stabilizzare il personale del 118 precario, volontario, gli autisti di aziende private addetti al trasporto secondario, costituire un gruppo di addetti alla manutenzione tecnica , interno all’asl. E’ quanto aveva chiesto il segretario provinciale della FSI – USAE Franco Perrone ai vertici dell’asl salentina a gennaio scorso. Adesso che lentamnete sis ta crcando di tornare alla normalità, il sindcalista cheide di cominciare ada ttuare quntos tabilito.

Arruolati già gli amminsitrativi
C’è da dire che si era cominciato bene prima dell’epidemia, con l’arruolamento di 40 persone attinte dall’azienda snaitarai, dalla graudatoria del eprsonale amminsitrativo, grande carenza in molti uffici asl. “Si tratta di continuare – ha detto perrone – a seguire l’indirizzo intrepreso, per rinformzare l’organico di una delle più grandi aziende snitarie della Puglia.”

I privati …
La richiesta di Perrone, di stabilizzare chi è precario, riguarda anche i dipendenti della società partecipata dell’azienda sanitaria. Proprio nel periodo di emergenza, gli addetti della Sanità Service hanno dimostrato impegno e dedizione – scrive il segretario della FSI – USAE – in particolare per le operazioni di sanificazione degli ambienti contaminati. E’ giusto – dice Perrone – che questi lavoratori abbiano un riconscimento da parte dell’asl, dopo anni di precarietà, ottenendo finalmente una maggore stabilizzazione lavorativa, con un contratto a tempo indeterminato nell’azienda sanitaria.

…e la società partecipata
C’è poi la richiesta di internalizzare quel personale esterno che eroga servizi per l’asl, come gli autisti di imprese private, che garantiscono il servizio di trasporto secondario. A breve dovrebbe ampliarsi il numero dei mezzi di soccorso e dei serivizi aggiuntivi che ci saranno con l’attivazione delle reti cliniche, l’internalizzazione del personale, senza ricorrere ai privati, porterebbe un risparmio – aggiunge il sindacalista – che potrebbe essere reinvestito.

Prossime assunzioni in Sanità Service a tempo
Quanto alle prossime assunzioni é dell’altro giorno, la comunicazione che l’amministratore unico di Sanità Service Luigino Sergio, ha fatto agli organi sindacali circa la volontà di assumere 58 ausiliari a partire dal 1 settembre di quest’anno, attingendo dalla graduatoria dell’ufficio provinciale di collocamento, con un contratto dai quattro mesi, in attesa di capire come e dove espletare il concorso per 159 unità secondo le nuove norme anti Covid mettendo a distanza di sicurezza migliaia di persone, 14 mila infatti sono le domande pervenute

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X