Primo decesso in Italia per coronavirus nel Veneto

Primo decesso in Italia per coronavirus nel Veneto

Primo morto in Italia per coronavirus. E’ accaduto a Monselice, frazione di Padova, dove un uomo settantasettenne è deceduto questa sera dopo essere stato ricoverato dieci giorni fa, per poi essere spostato negli ultimi cinque giorni in terapia intensiva. Non era un paziente – dicono fonti ufficiali – che era stato in Cina, nè avuto contatti con cinesi. Non si sa quindi come è avvenuto il contagio, certamente – ha detto Zaia, presidente della regione Veneto – é un contagio secondario. Zaia ha fatto chiudere l’ospedale di Monselice, dove nel giro di cinque gionri verrà evacuato, dopo aver sottoposto tutti i pazienti al test. Chiusi anche tutti i luoghi pubblici, chiese, negozi, ecc…Non é escluso che tutta la popolazione di Monselice, la frazione di origine del paziende deceduto, verrà sottoposta al test del virus.

I pazienti dell’ospedale una volta sottoposti al test, verranno dimessi a casa o se il caso lo dovesse richiedere presso altri ospedali della zona. Intanto si susseguono le denunce per casi sospetti, un altro è stato segnalato nel casertano, a fronte di un possibile rientro di circa 2500 cinesi che stnno tornando in Italia, dopo il capodanno cinese. la paura cresce anche perché la quarantena, ovvero l’isolamento dei casi sospetti o accalmati, non è obbligatoria, né c’è un controllo che diventa impossibile a verificare. pertanto la quarantena volotnaria nona vrebbe alcuna affidabilità scientifica.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X