Come e quando usare gli antinfiammatori

Come e quando usare gli antinfiammatori

Gli antinfiammatori conosciuti dagli addetti al settore come FANS (antinfiammatori non steroidei cioè privi di steroide.), sono impiegati per curare: febbre, dolore, mal di testa, dolore mestruale, mal di schiena, tendinite, malattie reumatiche. Tutti riescono a combattere l’infiammazione e di conseguenza eliminano ciò che la stessa infiammazione provoca ossia: dolore e febbre. Tuttavia marketing e pubblicità, tendono a presentare alcuni antinfiammatori con principi antifebbrili, altri come antidolorifici e altri ancora con proprietà specifiche per il mal di testa per esempio. In realtà tutti sono in grado di ridurre l’infiammazione e di conseguenza i sintomi. Ciò vuol dire che la tachipirina servirà non soltanto per la febbre, ma anche per un mal di denti o un mal di schiena . Così se a casa si ha soltanto l’aspirina, posso impiegarla sia per un mal di testa, ma anche per la febbre. Che ci sia poi un’effettiva specificità degli antinfiammatori che non sia dettata da leggi pubblicitarie, è da dimostrare. Dimostrati invece sono gli effetti collaterali che alcuni farmaci antinfiammatori hanno, soprattutto al livello dello stomaco, ma non solo. Il riferimento è in particolare verso quei medicinali a base di nimesulide.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X