Al via la prevenzione per le malattie renali

Al via la prevenzione per le malattie renali

E’ partita la campagna di prevenzione per le malattie renali, che si protrarrà sino al giorno 17 marzo. Una settimana all’insegna dell’informazione e partecipazione, con tema centrale “la salute dei reni per tutti e ovunque”. Medici, infermieri, addetti ai lavori, scendono in piazza, tra la gente, nei centri commerciali, nelle scuole, per diffondere la cultura della prevenzione.

Le malattie renali infatti, colpiscono tra il 7 e il 10% della popolazione, spesso in maniera subdola, senza dare segnali di alcunché, per questa ragione, è importante riconoscere i primi sintomi di un’eventuale malattia renale, ovvero: ipertensione e proteinuria (eccesso di proteine nelle urine). Sono ambedue fattori che danneggiano gravemente i reni, senza però dare disturbi e passando per questo inosservati; se riconosciuti e curati per tempo però, oggi, si è in grado di riportare sui giusti binari sia l’ipertensione che la proteinuria, prevenendo così il danno renale irreversibile.

In Italia, la Società Italiana di Nefrologia ( SIN ) e la Fondazione Italiana del Rene ( FIR ), in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, in maniera congiunta, stanno promuovendo campagne di sensibilizzazione sulla “ salute renale “, in coincidenza della Giornata Mondiale del Rene del 14 marzo, attraverso numerosi progetti (“ Progetto Camper/Gazebo “ “ Progetto Informazione nelle Scuole “ e Progetto “ Nefrologia Aperta “) che coinvolgono, oltre a tutti gli aderenti alle due organizzazioni, anche le Nefrologie Italiane, i Nefropatici e le famiglie dei Nefropatici e la popolazione tutta, in particolar modo quella dei giovani.

Ai progetti delle società scientifiche nazionali, hanno aderito anche i reparti di nefrologia di Lecce e Galatina, guidate dal dottor Marcello Napoli. Sono già partiti nel Salento incontri informativi nelle scuole superiori leccesi e galatinesi, i medici hanno chiuso proprio oggi l’informazione negli istituti scolastici, per riproporre ai ragazzi che abbiamo compiuto 18 anni, quel controllo di cui forse si sente la mancanza, effettuato sui giovani maschi durante la visita di leva obbligatoria.
Domani 14 marzo invece, si uscirà dalle scuole per spostarsi in piazza col progetto “nefrologie aperte”, rivolto alla popolazione di Lecce e Galatina, ai familiari dei nefropatici sia in terapia conservativa, dialitica e con trapianto di rene, che afferiscono alle unità operative ospedaliere del “Vito Fazzi” e del “Santa Caterina Novella”. Con la fattiva collaborazione della Sezione provinciale di Lecce della Fondazione Italiana del Rene (FIR ), diretta dal Dr. Sozzo Efisio, medico presso la nefrologia e dialisi del presidio ospedaliero di Galatina, sono stati organizzati una serie di eventi, previsti sino al 16 marzo, sia a Lecce che a Galatina.

In queste due sedi, dalle ore 8,30 alle 13,30 verrà offerto uno screening gratuito per la prevenzione delle malattie renali, che prevede, con l’assoluto rispetto della privacy e previo consenso informato, il controllo della pressione arteriosa, il calcolo del B.M.I e l’esame urine estemporaneo. Il Laboratorio Analisi di Lecce e Galatina parteciperanno attivamente al Progetto, offrendo la disponibilità di un Tecnico di Laboratorio che affiancherà il Nefrologo per una adeguata valutazione dell’esame urine. Inoltre, tutta l’equipe Nefrologica resterà a disposizione per rispondere a qualsiasi quesito riguardante le Patologie renali e la loro prevenzione.
Ai soggetti esaminati sarà rilasciata una scheda riportante i risultati degli esami.

Quest’anno, inoltre, in via sperimentale, una grande catena di distribuzione organizzata metterà a disposizione un Punto Informativo in circa 30 Centri Commerciali. Presso il centro Commerciale IPERCOOP di Lecce, sarà allestito un punto informativo, da domani 14/03 a sabato 16/03, coordinato dal Dr. Efisio e gestito congiuntamente dal personale medico ed infermieristico di Nefrologia del “ V. Fazzi ” di Lecce e del “ S. Caterina Novella ” di Galatina.
Saranno predisposti dei voucher numerati che potranno essere consegnati a chi tra i soggetti a rischio, vorrà sottoporsi ad una prima visita nefrologica gratuita, su appuntamento.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X