Polo pediatrico: la Regione a caccia di specialisti

Polo pediatrico: la Regione a caccia di specialisti

“Si al polo pediatrico a Lecce, ma prima servono gli specialisti.” Così l’assessore regionale alla sanità Elena Gentile, che si esprime favorevolmente riguardo la proposta di un ospedale dedicato solo ai bambini, nella città di Lecce, come suggerito dall’associazione Triacorda. “Credo molto in questo progetto – ha detto la delegata alle politiche sanitarie – sia da un punto di vista politico che professionale, visto che sono pediatra e conosco bene questa età della vita. Per tale ragione, dico anche che le cose vanno fatte per bene, non basta una bella struttura, ma prima di ogni cosa servono competenze specifiche, il che richiede uno sforzo non indifferente. Sono pochissimi per esempio gli ortopedici pediatrici, che si trovano solo al Giovanni XXIII, allo stesso modo servono cardiologi, pneumologi pediatrici.” L’assessorato sta lavorando per stilare un piano formativo volontario, individuando i medici disponibili a seguire una formazione on the job, ovvero sul campo, presso ospedali di Bologna e all’estero. “Diversamente – ha concluso la Gentile, rischieremmo di creare una bella sceneggiatura, senza attori. La Puglia ha bisogno di poli pediatrici, tre almeno, senza lasciare da sola Bari, ma non si improvvisa nulla, occorre programmazione, nel frattempo gli utenti non rimarranno sguarniti perché faranno riferimento alle pediatrie esistenti, noi però -ha concluso la Gentile – lavoreremo per dare una rete di servizi migliore.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X