Dal 20 gennaio parcheggio a pagamento in ospedale

Dal 20 gennaio parcheggio a pagamento in ospedale

Dal 20 gennaio prossimo, saranno a pagamento i posti auto dell’ospedale di Lecce “Vito Fazzi e sarà operativo un nuovo regolametno per il posteggio nelle aree sanitarie tra via Miglietta, piazzetta Bottazzi e piazza Muratore.

Parcheggio a pagamento in ospedale
La zona in prossimità dell’ingresso dell’ospedale leccese, è stata sistemata e attrezzata di parcometri con tariffa di 1,50 euro per l’intera giornata o di 0,60 centesimi l’ora. L’area invece di via Gino Rizzo, che collega l’ospedale con viale Grassi, non sarà sottoposta a tarriffazione.

In via Rizzo parcheggi gratuiti
In tutto i posti auto saranno 202 a pagamento, siti in piazza Muratore, davanti all’ospedale e 350 liberi, tra piazza Muratore e via Gino Rizzo. Fuori dal plesso ospedaliero poi, sono stati previsti anche 10 posti per portatori di handicap.

L’asl si attrezza con nuovi posti
Nel frattempo, l’azienda sanitaria ha avviato da tempo le procedure per l’acquisizione di terreni circostanti l’ospedale, per creare nuovi posti auto che andrebbero ad incrementare il numero attuale, in previsione anche dell’attivazione del DEA, che dovrebbe richiamare un maggior numero di utenti, provenienti dalla provincia e non solo.

La Convenzione tra Comune e Asl, stipulata nel 2018, prevede anche il definitivo via libera all’utilizzo del parcheggio asl di Via Miglietta, come area di sosta pubblica non custodita. L’utilizzo sarà concesso prioritariamente dalle ore 15 del sabato o prefestivo, fino alle ore 24 della domenica o festivo. Durante la settimana l’area é destinata in gran parte ai dipendenti.

Si tratta di una convenzione con durata di cinque anni, sottoscritta dalle parti, con l’intento di riportare ordine nelle aree interne dei plessi ospedalieri, di proprietà della asl ma aperte al pubblico, nelle quali sono frequenti fenomeni di parcheggio selvaggio e un generale disordine nella circolazione dei veicoli. Una situazione, aggravata dalla assenza di controlli, che è fonte di ripetuti disagi e provoca talvolta difficoltà alla
circolazione dei mezzi di soccorso. Per questo l’asl ha richiesto la collaborazione tra gli Enti, per la progettazione della viabilità interna ai plessi ospedalieri. In queste aree ospedaliere, l’accesso sarà riservato ai mezzi di soccorso dell’ospedale e del 118, ai Vigili del Fuoco, alla Polizia penitenziaria, alle persone con limitate capacità motorie e dializzati, ai dipendenti ASL, ai motocicli.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X