Al via la gara per i lavori della città della salute di Giovinazzo

Al via la gara per i lavori della città della salute di Giovinazzo

Concentrare tutti i servizi del distretto, nella casa della salute, che si intende realizzare. Questa l’idea che ha preso piede a giovinazzo, presentata ieri alla presenza del governatore Emiliano.

La struttura sorgerà su un vecchio rudere mai completato risalente agli anni ’90, in via tenente De Venuto, angolo via Diomede Illuzzi, che il comune ha concesso in comodoto d’uso all’asl di Bari.

Oltre 5 milioni dei fondi europei per il progetto
Il progetto è finanziato dalla Regione Puglia, con fondi europei FESR 2014-2020 nell’ambito degli interventi di riorganizzazione e potenziamento dei servizi territoriali socio-sanitari e sanitari territoriali a titolarità pubblica. Sono stati infatti reperiti e stanziati oltre 5milioni di euro, per i lavori di esecuzione dell’opera, che si concluderanno fra 2 anni e 8 mesi.

4 piani con tutti i servizi ambulatoriali e il 118.
All’interno della struttura saranno presenti i seguenti servizi:
Riabilitazione
Poliambulatorio
Guardia medica
Servizio 118
Farmacia territoriale
SERT (servizi per le tossicodipendenze)
CSM (Centro di salute mentale)
Dipartimento di prevenzione (Servizio di igiene pubblica- centro vaccinale)
Consultorio
Centro prelievi
L’edificio si svilupperà su 4 piani fuori terra e 2 seminterrati, dove avranno sede uffici e ambulatori così distribuiti:

Piano terra per l’accoglienza
Sono raggruppati tutti i principali servizi di primo contatto, accoglienza e informazione con il pubblico (ingresso, attesa, punto informazione, URP, CUP, sportelli) fornendo un unico punto di accesso per gli utenti. Sul piano si trovano anche il punto prelievi, la farmacia territoriale, la postazione 118 e la guardia medica con accessi indipendenti.

Primo piano dedicato alla salute mentale
Al primo piano trovano spazio il Centro di salute mentale e il SERT (servizio per le tossicodipendenze) e sale riunioni.

Secondo piano vaccini, prevenzione e riabilitazione
Ospita il Dipartimento di prevenzione comprendente il centro vaccinale e i servizi della Riabilitazione come le palestre, oltre agli ambulatori destinati alla Medicina dello sport

Terzo piano ambulatori e consultorio
Sono raggruppati consultorio familiare, uffici di distretto, ambulatori di base e specialistici.

Piano secondo interrato
E’ destinato a parcheggi, locali tecnici e riserve idriche.

Piano primo interrato
Trovano sede le attività di servizio quali archivi, magazzini, depositi, spogliatoi del personale e il parcheggio dei mezzi di servizio del centro.

Ambienti a misura della persona
Il progetto é stato illustrato dall’ingegnere Damiano Tinelli, coordinatore di un gruppo di progettisti, che cureranno la realizzazione di spazi e ambienti, pensati a misura d’uomo con la creazione di spazi accoglienti e confortevoli, che trasmettono sicurezza e garantiscono privacy. Gli ambienti risponderanno ad una progettazione che orienta, informa e guida la persona, con la riqualificazione e l’impiego di aree verdi

Le dichiarzioni del direttore generale
Alla presentazione di ieri, era presente il direttore genrale dell’asl di BAri, Antonio Sanguedolce. “La Casa della Salute di Giovinazzo – ha ribadito – rappresenta il primo esempio di una struttura realizzata ex novo, per fornire assistenza sanitaria territoriale, con la possibilità per i cittadini di accedere in una unica soluzione a tutti i servizi distrettuali e dipartimentali della asl, che oggi sono distribuiti sul territorio, in modo disomogeneo. L’edificio risponde a requisiti tecnici e architettonici innovativi, mirati a centralizzare i servizi sanitari e a rendere gli spazi accessibili, confortevoli e accoglienti”.

Del sindaco
“Avere un presidio sanitario moderno sul territorio, in linea con i nuovi criteri di sanità pubblica, è per Giovinazzo una svolta storica- ha detto il sindaco Tommaso Depalma- Un percorso iniziato, perseguito con tenacia, sin dal 2012, grazie alla straordinaria sinergia trovata con la Regione Puglia e alla asl Bari, che ha redatto il progetto e che sta avviando la gara d’appalto, quel sogno durato otto anni è finalmente realtà. E non posso che ringraziare il presidente Michele Emiliano e il Direttore Generale Antonio Sanguedolce, insieme con il suo predecessore Vito Montanaro, per aver creduto nel nostro progetto e averlo sostenuto.”

Del presidente Emiliano
“I cittadini potranno avere un punto di riferimento per le loro esigenze di salute – ha sottolineato Michele Emilinao – accedendo a tutti i servizi della asl. Diamo così una risposta concreta al territorio in tema di assistenza sanitaria e di primo intervento. Centralizzare i servizi significa garantire una migliore fruibilità delle prestazioni sanitarie”.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X