Prende il via il corso della “Gestione avanzata del trauma grave”

Prende il via il corso della “Gestione avanzata del trauma grave”

Due giorni di approfondimento, studio e confronto sulla gestione multiprofessionale e multidisciplinare del trauma grave, a livello preospedaliero, intraospedaliero e interospedaliero.
Il titolo del progetto, organizzato dal Gruppo Multidisciplinare Intraospedaliero Trauma dell’Asl di Taranto, è “Gestione avanzata del trauma grave – Corso Gru.M.I.T.”.

Le giornate formative avranno luogo giovedì 8 e venerdì 9 novembre 2018, dalle ore 08.30 alle ore 13.30 per il corso base e dalle 14.30 alle 18.30 per quello advanced, e si svolgeranno nell’Auditorium del Padiglione Vinci, in via Bruno a Taranto.
Gli appuntamenti sono rispettivamente distinti in un corso base rivolto a 20 medici delle discipline GRUMIT indicati dalle Strutture Complesse del Presidio Ospedaliero Centrale e del 118, 25 medici, 25 infermieri, 10
tecnici sanitari di radiologia medica, tecnici di laboratorio, fisioterapisti, per un massimo di 80 partecipanti.
Il corso Advanced invece, è aperto esclusivamente a 20 medici individuati tra i partecipanti al primo modulo. La
frequenza al corso base, consente l’acquisizione di 13 crediti Ecm, mentre la frequenza al corso advanced
permette di ricevere 10.3 crediti.

Il progetto, ideato e fortemente voluto dal Dr. Giovanni Bellanova, Dirigente Medico della Struttura di
Chirurgia Generale del SS Annunziata di Taranto, e dal Dr. Teodorico Iarussi, Direttore della Struttura di
Chirurgia Generale dello stesso nosocomio, nasce dalla volontà di creare un unico percorso clinico –
gestionale del paziente politraumatizzato grave chirurgico dopo l’attivazione del percorso diagnostico
terapeutico assistenziale del politraumatizzato.
In quest’ottica gli specialisti, a cui è diretto questo progetto, affronteranno un percorso in cui avranno la
possibilità di confrontarsi tra loro e con docenti esperti provenienti da strutture di importanza nazionale
con un grosso volume di dati nella gestione multidisciplinare condivisa del paziente politraumatizzato
grave.

Agli incontri sono previsti gli interventi del: Dr. Gregorio Tugnoli, Responsabile Uosd Chirurgia del Trauma
Ospedale Maggiore di Bologna e Direttore della Scuola Nazionale Acoi di Chirurgia del Politrauma; Prof.
Alessandro Massè, Direttore della Struttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia Universitaria I presso
l’Azienda Città della Salute e della Scienza di Torino; Dr. Sergio Ribaldi Responsabile dell’Uos Sindrome
Compartimentale Addominale della Chirurgia d’Urgenza del Policlinico Umberto I di Roma e docente della
Scuola Acoi di Chirurgia del Trauma; Dr. Stefano Calderale già Direttore Uod Pronto Soccorso Trauma –
Dipartimento di Emergenza dell’Azienda Policlinico Umberto I di Roma e Direttore della Scuola Acoi di
Chirurgia del Trauma e il Dr. Damiano Papadia, Dirigente medico dell’Ospedale S. Chiara di Trento.

Gli incontri prevedono lavori di gruppo e confronti con l’esperto. I gruppi multidisciplinari, composti da
chirurgo, ortopedico, radiologo, medico d’urgenza e anestesista/rianimatore e specialista, dovranno
discutere della gestione un caso clinico reale da un punto di vista clinico ed organizzativo. Tale discussione
verrà confrontata con ciò che è successo nella realtà ed il parere dell’esperto. Il lavoro sarà supportato
anche da lezioni frontali e dalla proiezione di diapositive e/o video illustranti le varie procedure
chirurgiche.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X