Studentessa salva un bimbo turco dalla leucemia

Studentessa salva un bimbo turco dalla leucemia

E’ ritornata in ospedale, dopo un anno dalla donazione di midollo, per i controlli di routine, Maria la giovane studentessa che nel 2012 ha donato le sue cellule staminali. “Siamo sottoposti ad esami ogni anno dopo l’intervento, per dieci anni e ogni volta è un’emozione, qui – ha detto – mi sento quasi in famiglia.” Si perché nel centro donazione midollo osseo, dell’ospedale “Vito Fazzi”, si è creato un legame particolare con la dottoressa Lucrezia Addabbo, responsabile del servizio donazione e che segue passo dopo passo il donatore.

Maria ha donato le sue cellule staminali ad un bambino turco che aveva la leucemia, ora il piccolo sta bene ed è tornato a vivere, mentre lei sta benissimo. “Tutto è nato durante il liceo – racconta la ragazza – quando il professore di inglese si è ammalato tre anni fa e dall’ospedale ci scrisse una lettera dicendosi fortunato per avere nove fratelli possibili donatori, in attesa che lui potesse sottoporsi al trapianto, ma faceva un appello a noi studenti di donare per tutti coloro che invece erano senza speranza. Così io e altri compagni, ci siamo decisi insieme alla docente di biologia, a iscriverci all’ADMO, da allora ogni anno le quinte classi dell’istituto superiore di Gallipoli, sanno che possono registrarsi come donatori volontari di midollo. Io l’ho fatto tre anni fa, fino a quando sono stata chiamata l’anno scorso per questo bambino turco in attesa di una donazione. E’ andato tutto bene grazie anche all’equipé medica del reparto diretto dal dottor Ferdinando Valentino.

Oggi sono una ventenne che studia, sta per laurearsi e che periodicamente gira per le classi a testimoniare come la donazione non rappresenti un rischio, per cui non c’è da aver paura. Con me ci sono anche i medici del centro di Lecce a informare i giovani che, vedendo insieme agli specialisti, una loro coetanea che ha donato, possono forse avvicinarsi di più a questo prezioso gesto d’amore per il prossimo.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X