Interventi a rischio, manca sangue

Interventi a rischio, manca sangue

Sono a rischio gli interventi chirurgici per carenza di sangue, a mancare è sopratutto il gruppo 0 positivo che é quello più diffuso – dice il dottor Nicola Di Rienzo, primario del centro trasfusionale di Lecce – Dopo l’emergenza Covid, sono riprese le normali attività chirurgiche e questo comporta una mole di lavoro da affrontare per lo stallo durante la pandemia e con una grande richiesta di sangue che, sopratutto durante l’estate, scarseggia per la carenza di donatori. Molti vanno legittimamente in vacanza, mentre pazienti talassemici, politraumatizzati, ematologici hanno gran bisogno di trasfusioni, ecco perché donare significa spesso salvare una vita.

Non solo ma donando il sangue si tiene sottocontrollo la propria salute, salviamo gli altri ma anche noi stessi – sottolinea il dottor Di Rienzo – che fa un appello a donare, specificando che ancora non è stato rimandato alcun intervento, ma se non ci sarà un’inversione di rotta, con un numero sufficiente di donatori nei cinque centri trasfusionali dell’Asl leccese, il rischio c’è per quegli interventi programamti, mentre sarà sempre garantita l’urgenza.

Si può donare tutti i gionri dal lunedì al sabato nei centri trasfusionali del Salento dalle 8 del mattino alle 12, domani eccessionalmente Lecce e gallipoli resteranno aperti sino alle 20. Chi vuole può fissare un appuntamento telefonando nei centri trasfusionali degli ospedali di:
Casarano (0833 508232)
Copertino (0832 936330 – 936279)
Galatina (0836/529223)
Gallipoli (0833 270537)
Lecce (0832 661533 dalle 11 alle 13) si può donare anche nel pomeriggio dal lunedì al giovedì, dalle ore 15 alle ore 18.

Ci sono anche le raccolte sangue organizzate da associazioni – dice Di Rienzo in un video pubblicato dall’Asl Lecce – per lo più di domenica. Proprio da una delle tante associazioni però, si leva la voce di Giuseppe Leuzzi, segretario dell’Asdovos. “Condanniamo – scrive in un post facebook Leuzzi – le misure adottate dal primario Di Rienzo che ancora pretende che i donatori si prenotino, mentre da un anno a questa parte stiamo combattendo perché vengano ripristinate le raccolte di sangue in piazza Sant’Oronzo a Lecce.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X