Covid nel centro per disabili di Seclì, partono i tamponi a tappeto

Covid nel centro per disabili di Seclì, partono i tamponi a tappeto

Contagiata un’operatrice nel centro diurno per disabili di Seclì “Santa Laura”. Il caso risale a qualche giorno fa, quando la persona in questione ha accusato un febbricola tanto da insospettire la direzione del centro, che ha richiesto a sue spese un tampone per la dipendente, risultata poi positiva al virus.

Immediatamente sono scattate le procedure di sicurezza, è stato subito chiuso il centro – dicono dalla struttura – allertata l’asl che ha sottoposto al tampone dipendenti e utenti disabili. Tutti mandati a casa – dicono dal centro – prima ancora di avere il risultato del test e chiudere la struttura per evitare ulteriori contagi.

Da questa mattina invece, si sta procedendo a mettere in sicurezza la residenza per anziani “Santa Laura”, all’interno della quale si trova la stanza adibita a centro diurno per disabili, dove c’è stato il caso positivo. Anche se i due ambienti: centro disabili e residenza anziani, erano spazi distinti e separati – dicono dalla RSA – il personale asl ha ritenuto in via precauzionale di effettuare tamponi a tappeto anche nella residenza per anziani, visto l’elevato numemero di ospiti e il rischio di un focolaio.

Proteggere adesso gli anziani e assiterli in sicurezza
Si lavora ancora adesso per garantire comunque il servizio di assistenza in totale sicurezza, nella residenza per anziani, che devono essere assistiti e – rifersicono dalla strttura – non possono essere mandati a casa. – Sono persone affette da patologie che vanno seguite e controllate, pertanto non verranno lasciati soli, ma resteremo noi con loro.

Intanto il sindaco di Seclì, Antonio Casarano, ha emanato oggi un’ordinanza urgente per sospendere l’attività del centro diurno per disabili, dopo aver preso atto della comunicazione di ieri da parte del direttore del dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria. L’ordinanza parla di focoloaio epidemico all’interno della struttura, proprio in seguito ad un caso positivo riscontrato in una operatrice del centro diurno, il cui servizio è stato temporaneamente sospeso per ragioni di sicurezza.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X