Chirurgia vascolare d’urgenza: Città di Lecce si propone

Chirurgia vascolare d’urgenza: Città di Lecce si propone

Qualcosa si muove per la chirurgia vascolare d’urgenza, almeno così sembra, stando a quanto dichiarato dal direttore generale dell’Asl Valdo Mellone nei giorni scorsi. Il manager ha illustrato le azioni che l’azienda sta adottando per colmare una lacuna grave per un ospedale come quello di Lecce, definito di eccellenza, ma sprovvisto di un servizio salvavita, come appunto la chirurgia vascolare d’urgenza, assente dal 2003.

Tempo fa Mellone aveva spiegato già le sue intenzioni, ovvero individuare dei chirurghi di Lecce ai quali far “sciacquare i panni in Arno”, per allenarsi in una prestazione che richiede esperienza e allenamento, oltre alla conoscenza che già esiste nei professionisti, visto che si tratta di specialisti del settore. Dunque così è stato, i medici leccesi da qualche settimana seguono i colleghi della chirurgia di Casarano dove già si effettuano interventi vascolari di emergenza, nel frattempo Mellone sta lavorando per individuare uno specialista esperto che venga anche da fuori dal territorio dell’Asl, per continuare a seguire i chirurghi leccesi per i primi tempi. Intanto fino a quando il servizio non sarà operativo a tutti gli effetti, l’Asl sta valutando una delle tante ipotesi per dare comunque alla cittadinanza, un servizio fondamentale in tutta sicurezza e la cui carenza, ha già determinato troppo spesso numerosi decessi. Una delle ipotesi sarebbe quella di firmare una convenzione con la Città di Lecce, che potrebbe eseguire gli interventi fino a quando non saranno possibili nell’ospedale leccese.

L’azienda sanitaria pagherebbe la clinica a singolo intervento e non come servizio in toto, questo permetterebbe, secondo il direttore generale, di contenere i costi.

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE
it Italian
X