Al via le seconde dosi al personale scolastico

Al via le seconde dosi al personale scolastico

Arrivano le seconde dosi per il personale scolastico. Da questo pomeriggio sino a domenica saranno somministrati i vaccini Astrazeneca, a docenti e non, degli istituti di tutti gli ordini e gradi.

La notizia non è stata ancora ufficializzata dall’Asl di Lecce, anche se sappiamo che sta inviando le email ai destinatari con indicazione di sede e orario.
Nel distretto di Martano per esempio, saranno chiamate circa 800 persone che riceveranno il vaccino presso il drive throught iniziando proprio da oggi pomeriggio.
L’Asl di Taranto invece ha inviato un comunicato ufficiale chiarendo che i prossimi tre fine settimana presso l’hub vaccinale al centro commerciale “Porte dello Jonio di Ceetrus Nhood”, si procede per la somministrazione in auto per tutti gli insegnanti e non solo, che riceveranno la seconda dose del vaccino AstraZeneca.

L’appuntamento al drive through ha l’obiettivo di vaccinare i circa 13mila docenti e personale scolastico durante i prossimi tre fine settimana cominciando da sabato 8 e domenica 9 maggio. Il metodo drive through, con le persone che ricevono il vaccino direttamente in auto, permette di velocizzare il processo di vaccinazione, mantenendo in ogni caso gli standard di sicurezza.

Le risorse messe a disposizione dalla Asl di Taranto sono ingenti e, per evitare congestioni e lunghe attese, il personale scolastico è già stato suddiviso in giorni e fasce orarie.

“Utilizzare il drive through permetterà di ridurre i tempi per ultimare questi cicli di vaccinazione – ha affermato Stefano Rossi, direttore generale della Asl tarantina – Per la somministrazione delle prime dosi, nonostante i nostri sforzi, furono necessari 18 giorni, anche e soprattutto per i limiti strutturali delle vaccinazioni negli hub. La vaccinazione in auto, invece, permette maggiore rapidità, anche perché, trattandosi di seconda dose, non sarà necessaria la fase di anamnesi e, quindi, contiamo di poter vaccinare circa 5mila persone ogni fine settimana.”

Il personale scolastico, rispettando il giorno e la fascia oraria indicata dalla scuola, dovrà recarsi in auto presso il parcheggio del Centro Commerciale e tutte le fasi del vaccino saranno effettuate restando nel proprio mezzo. In ogni veicolo è consentito il numero massimo di tre persone ed è obbligatorio l’uso di mascherina, come da disposizioni anti Covid-19 vigenti. Per agevolare le operazioni, è consigliato indossare un abbigliamento che faciliti la somministrazione del vaccino e portare con sé il modulo di consenso informato, disponibile sul portale Asl già compilato e firmato.

Sono state previste due vie di accesso al centro commerciale per facilitare maggiore ingresso di popolazione possibile (SS 7ter via per San Giorgio Jonico e ingresso da Viale Pietro Mandrillo). All’imbocco al centro, apposito personale Asl provvederà al controllo dei documenti di identità, raccoglierà il consenso informato già compilato, provvedendo eventualmente con le integrazioni necessarie. Dopo la somministrazione del vaccino, un’apposita area di sosta accoglierà l’utenza per i 15 minuti di attesa previsti post-vaccino.

Quest’operazione è resa possibile grazie all’ottimo lavoro di coordinamento tra la Asl Taranto, l’ufficio scolastico regionale e provinciale e la collaborazione di Mauro Tatulli, direttore del centro commerciale, con il patrocinio del comune di Taranto. “Siamo davvero felici e orgogliosi che la campagna vaccinale presso il centro commerciale Porte dello Jonio di Taranto continui con ottimi risultati in termini di affluenza – spiega Marco Balducci, amministratore delegato Ceetrus Nhood, società che gestisce il centro commerciale – L’apertura di questo hub vaccinale è un altro contributo concreto per combattere la grave pandemia attuale, così come già avvenuto per la ristrutturazione del reparto di terapia intensiva dell’ospedale “Sacco” di Milano e i servizi di tamponi antigenici rapidi in alcuni dei nostri centri commerciali. Porte dello Jonio conferma il nostro nuovo posizionamento aziendale che ci vede sempre più impegnati verso il cittadino con un’offerta di servizi per il suo benessere, che in questo specifico caso è sanitario.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X