13 positivi nella chirurgia di Gallipoli, 2 sono vaccinati

13 positivi nella chirurgia di Gallipoli, 2 sono vaccinati

Tredici persone positive al Corona virus nel reparto di chirurgia generale di Gallipoli. Si tratta di 11 pazienti, un infermiere e un operatore socio sanitario. A confermarlo il primario Donato De Giorgi. “Sono quasi tutti senza sintomi, eccetto due persone” – ci ha riferito. I pazienti positivi sono stati immediatamnte trasferiti negli ospedali Covid di Lecce e Galatina, gli altri sono stati spostati in spazi adeguati nello stesso reparto, dove si é provveduto a sanificare le stanze dei degenti positivi.

Tutti i ricoverati erano stati sottoposti al tampone – ha chiarito il primario – non solo, ma siamo soliti oramai da tempo, non far avvicinare nessun parente a chi é ricoverato, proprio per ragioni di sicurezza, per evitare l’eventuale ingresso incontrolalto del virus. Una decisione che ci costa non pochi sforzi, in particolare da parte del personale socio sanitario che deve garantire un’assistenza più ampia e completa al paziente, anche per l’assenza dei familiari. Non capiamo al momento come sia avvenuto il contagio in reparto, anche perchè i due dipendenti: infermiere e operatore socio sanitario, erano stati vaccinati. La seconda dose é stata somministrata una quindicina di giorni fa, in tempi adeguati quindi a sviluppare gli anticorpi.”

Se però così fosse, sarebbe un caso anomalo, visto che il vaccino dovrebbe dare una copertura pari al 100%. “In realtà – aggiunge il primario – non sarebbe l’unico caso di persone vaccinate che abbiano poi contratto il virus, anche se senza sintomi.”

Se però la copertura vaccinale è del 100%, questo non dovrebbe accadere, a meno che il virus non abbia fatto il suo ingresso prima della somministrazione del vaccino, senza dare sintomi.

“Intanto però si va avanti – dice De Giorgi – dobbiamo garantire comunque gli interventi che verranno eseguiti in sicurezza. Il reparto resta quindi aperto e operativo.”

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

it Italian
X