• Rivedere la ripartizione dell’indennità Covid – 19

    Rivedere la ripartizione dell’indennità Covid – 190

    Riconoscere come acconto per indennità Covid, il 50% della somma stabilita ai dirigenti dell’asl e beneficiari dell’indennità. Liquidare poi il 30% del dovuto ai dipendenti destinatari dell’indennità, ma appartenente alle fasce non dirigenziali, bensì le categorie di fascia B e C del comparto sanità, che contano lavoratori ben più numerosi dei dirigenti di fascia A.

    READ MORE
  • Internalizzazione 118 nel Salento, per la CGIL poca trasparenza. L’asl assicura controlli

    Internalizzazione 118 nel Salento, per la CGIL poca trasparenza. L’asl assicura controlli0

    Internalizzare nella sanità pubblica il servizio 118, per eliminare il precariato. Questo era l’intento principale della Regione Puglia nell’autorizzare le asl, ad assorbire il servizio di emergenza affidato ad associazioni o ditte esterne, portandolo nella gestione pubblica della partecipata SanitàService. “Se l’obiettivo resta quello di contrastare il precariato – dichiara Floriano Polimeno, segretario provinciale della

    READ MORE
  • Al via le indennità covid, ma il problema resta risolto a metà

    Al via le indennità covid, ma il problema resta risolto a metà0

    Il problema dell’indennità covid al personale sanitario, in Puglia resta risolto a metà. Le aziende sanitarie stanno erogando la liquidità ai dipendenti aventi diritto. L’asl di Lecce in particolare verserà un primo acconto nella busta paga di settembre pari al 90% del totale, ad ore verrà pubblicata la relativa delibera, ma le somme restano insufficienti

    READ MORE
it Italian
X