Vaccini prenotabili in farmacia

Prenotare le sedute vaccinali direttamente in farmacia, sarà possibile su tutto il territorio pugliese, a partire dalle prossime settimane, grazie al protocollo di intesa che firmeranno Federfarma e Regione. “Venerdì – ha riferito Vito Novielli, presidente nazionale di Federfarma, ci riuniremo a Bari in sede di commissione, per definire meglio i servizi che i farmacisti dovranno offrire sul territorio. Tra questi -aggiunge Novielli – lo screening al colon retto che coinvolgerà 1 milione e 200 mila pugliesi, e in ambito vaccinale, oltre le certificazioni per le iscrizioni nelle scuole, anche le prenotazioni. Si tratta di organizzare -ha spiegato il numero uno di Federfarma – di un sistema più complesso da organizzare, che interessa i differenti servizi vaccinali delle varie Asl, pensiamo che a fine ottobre l’utenza potrà prenotare i vaccini presso le farmacie.”

Un accordo che arriva dopo un altro già firmato, consolidando così la collaborazione e le sinergie di farmacisti e sistema sanitario pugliese, coinvolgendo una rete di 1200 farmacie, pronta a contribuire non solo agevolando concretamente le famiglie e ad alleviarne i disagi, ma anche a decongestionare le Asl e a diffondere l’utilità della pratica vaccinale.

In Puglia infatti si registra un vero e proprio boom di certificazioni vaccinali per l’iscrizione a scuola dei bambini fino ai 6 anni, come ha dichiarato lo stesso Novielli, che sottolinea come dopo appena due giorni dalla firma del primo protocollo di intesa con l’amministrazione regionale, si sono contati 15.529 certificati vaccinali, emessi gratuitamente dalle farmacie.

Crescono anche le prenotazioni delle visite specialistiche tramite le farmacie al Cup del Policlinico, che in provincia di Bari superano il migliaio di richieste in un solo mese. Dal 1 agosto è anche possibile, come è noto, pagare il relativo ticket.

Si registra anche un incremento delle richieste di altri servizi a disposizione del cittadino, come quelli relativi alla iniziativa FarmaciaEstate, con particolare riferimento alla misurazione pressoria (più 15%) e alla consegna di medicinali a domicilio (più 30%) nella sola area metropolitana barese.
.
“I risultati ci confortano – ha aggiunto Novielli – e ci spronano ad andare avanti, la Puglia si conferma regione pilota in questa direzione, segno che la Farmacia dei servizi, è la strada giusta per migliorare e potenziare i servizi al cittadino e l’intera governance socio-sanitaria, compresa la sua sostenibilità”.

Scritto da

La riproduzione di questo articolo è riservata.

Non è presente nessun commento.

Invia una risposta