VIVA – salvare la vita in poche mosse

VIVA – salvare la vita in poche mosse

Se ognuno di noi, in caso di infarto, sapesse fare il massaggio cardiopolmonare senza aspettare l’arrivo dei soccorritori del 118,  non solo la persona avrebbe più chances di salvarsi, avrebbe anche poche possibilità di rimanere gravemente invalida. In Europa solo il 15% delle persone che hanno assistito ad un arresto cardiaco, sono state in grado

Se ognuno di noi, in caso di infarto, sapesse fare il massaggio cardiopolmonare senza aspettare l’arrivo dei soccorritori del 118,  non solo la persona avrebbe più chances di salvarsi, avrebbe anche poche possibilità di rimanere gravemente invalida. In Europa solo il 15% delle persone che hanno assistito ad un arresto cardiaco, sono state in grado di intervenire con la tecnica salvavita, ma se questa percentuale aumentasse al 50-60% , si salverebbero 100 mila persone ogni anno in tutta Europa.

L’infarto é ancora uno dei problemi di salute più urgenti, una delle prime cause di decesso, solo in Italia ogni anno vengono colpite 60mila persone, 400 mila in Europa. E’ importante che chiunque, anche i ragazzi, sappiano intervenire. Nelle scuole, sui campi di gioco, in palestra o in ufficio, ovunque e chiunque può salvare una vita con poco. Basta infatti conoscere la manovra cardiopolmonare, per far arrivare sangue al cervello e tenere in vita la persona, una tecnica che non è difificle e tutti possono imparare, per questo l’Asl di Lecce, ha aderito alla campagna dell’Unione Europea “VIVA!”

“Forti degli ottimi risultati ottenuti negli ultimi 5 anni – l’iniziativa é partita in Salento nel 2013 – anche per il 2018 – spiega il direttore del SEUS 118 Maurizio Scardia – abbiamo avviato una serie di iniziative volte a realizzare due obiettivi importanti: migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini, ma anche far crescere tra gli operatori sanitari la consapevolezza dell’importanza delle manovre di Rianimazione Cardiopolmonare.» «Nostro obiettivo – continua Scardia – è la realizzazione di eventi volti a informare le diverse fasce della popolazione italiana, circa la rilevanza dell’arresto cardiaco improvviso e dell’ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo e l’importanza di conoscere e saper eseguire le manovre, che possono salvare la vita di coloro che ne sono colpiti: manovre semplici, sicure, che chiunque di noi, anche senza una preparazione sanitaria specifica, è in grado di attuare».

Nasce di qui la spinta a promuovere e diffondere la formazione di una coscienza pubblica, sensibilizzando l’attenzione del mondo scientifico, istituzionale e dei sistemi di informazione, ma anche la volontà di organizzare eventi di sensibilizzazione sul territorio per l’informazione e la formazione della popolazione rispetto alle tematiche concernenti l’arresto cardiaco, con il fine ultimo di salvaguardare la vita umana attraverso la diffusione della rianimazione cardiopolmonare.

Tre gli appuntamenti che vedranno impegnati gli istruttori e gli operatori del SEUS 118 e i volontari di varie Associazioni, a disposizione di tutti  per consigli, informazioni e dimostrazioni pratiche delle manovre di Rianimazione Cardiopolmonare e delle tecniche di disostruzione delle vie aeree nell’adulto ed in età pediatrica:

  • Domenica 14 Ottobre 2018, a partire dalle ore 10.00 in Piazza Tellini a Gallipoli

 

  • Sabato 20 Ottobre 2018, a partire dalle ore 09.30 presso Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Enrico Medi” in Via A. Scorrano, 6, 73044 Galatone.

 

  • Domenica 21 Ottobre 2018, a partire dalle ore 10.00 in Piazza Sant’Oronzo, Lecce.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a questa mail:  cdfleccesoccorso118@ausl.le.it

Oppure visitare il sito della campagna: https://www.settimanaviva.it/

 

Roberta Grima
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *