L’avvocatura smentisce: nessun blocco al passaggio della Melli all’Ares

E’ ufficiale l’avvocatura della Regione Puglia, smentisce la notizia apparsa sul Quotidiano di Puglia che riportava questa mattina la notizia secondo la quale l’ufficio legale della Regione avrebbe bocciato il trasferimento di Silvana Melli all’ Aress. La smentita arriva sul portale della Regione, dall’agenzia stampa pugleise, in cui é scritto che l’avvocatura regionale non si sarebbe ancora espressa in merito al trasferimento della direttrice, smentendo categoricamente quanto riportato dalla stampa locale.
Raggiunta telefonicamente la manager riferisce di non aver avuto alcuna notizia ufficiale, che le informazioni le apprende dalla stampa, sebbene ogni giorno siano diverse, se non addirittura opposte, si dice sui quotidiani tutto e il contrario di tutto, ma di ufficiale non c’è niente, questa atteznione emdiatica- dice la Melli- mi fa pensare ad una pressione voluta, qualcuno potrebbe avere interesse a dire certe cose, ci sono – aggiunge al amanger ancora alcune ree dell?Asl che cercano di boicottare.

Quello che la direttrice Melli era venuta a sapere ufficiosamente, era che sarebbe rimasta sino a dicembre a dirigere l’Asl leccese e dell’avvocatura regionale non c’era alcuna notizia, né tanto meno di una possibile difficoltà al trasferimento all’Ares, dovuta al diverso trattamento economico, con il rischio di un ricorso da parte della stessa Melli che in effetti solleva delle obiezioni al passaggio dall’Asl Lecce all’Ares di Bari, sebbene confermi di non essersi mai opposta a tale decisione.

Di ufficiale da parte della Regione c’è per ora la smentita dell’avvocatura pugliese, viene da sè che la manager dovrebbe quindi andare a lavorare per l’agenzia pugliese della sanità, per l’organizzazione dei distretti.

Scritto da

La riproduzione di questo articolo è riservata.

Non è presente nessun commento.

Invia una risposta