70 milioni per la sanità tarantina, il consigliere Perrini: vigilerò.

“Le assicurazioni del presidente Emiliano mi confortano ma siccome su Taranto le buone intenzioni si sprecano sempre, molto più dei fatti che si concretizzano, vigilerò attentamente perché i 70 milioni di euro, messi a disposizione dal Governo attraverso il tavolo Cis, vengano impiegati per l’ammodernamento delle apparecchiature delle strutture sanitarie di Taranto, Statte, Crispiano, Massafra, Montemesola”. Così il consigliere regionale Renato Perrini di Direzione Italia-Noi con l’Italia.

Emiliano, anche in qualità di assessore alla Salute, ha sostenuto che la Asl di Taranto ha già predisposto le gare e individuato i capitolati di spesa e si attende solo il via libera della Corte dei Conti. Speriamo – dichiara Perrini – il più presto possibile visto che: oltre 19 milioni verranno utilizzati per le sale operatorie; oltre 200mila per la terapia intensiva post operatoria; oltre 3 milioni per la piastra endoscopica; circa 6 per la radiologia; oltre 17 milioni per la radioterapia; oltre 4 milioni per a medicina nucleare; oltre 500mila per gli ecografi. Il totale dei soldi fin qui elencati è di circa 47 milioni di euro; la restante parte sarà utilizzata per la formazione come detto precedentemente ma anche per l’acquisizione di beni e servizi.
Insomma, un ammodernamento della Sanità tarantina del quale il territorio ha bisogno più di altri in Puglia, per questo mi auguro che le procedure si concludano al più presto e le gare si facciano senza intoppi”.

Scritto da

La riproduzione di questo articolo è riservata.

Non è presente nessun commento.

Invia una risposta